//
Info e regolamento

Zoè  Banca del tempo si fonda su tre principi :

  1. lo scambio – si dà per avere, si riceve per dare.
  2. il valore della prestazione del tempo : indipendentemente dal servizio scambiato quel che conta è il tempo impiegato.
  3. la parità fra i soggetti : scambiare attraverso il proprio tempo mette su un piano di parità la casalinga, il pensionato e il professionista  che hanno offerto la prestazione.

La BdT è un sistema in cui le persone scambiano reciprocamente attività, servizi e saperi liberi da vincoli morali, etici o anche solo affettivi.

REGOLAMENTO

Art.1) La Banca del Tempo è promossa dall’Associazione Culturale Zoè

Art.2) La Banca del Tempo ha come scopo promuovere iniziative atte a favorire lo scambio di attività e di servizi tra persone (come singoli e/o come nuclei familiari), senza alcuna intermediazione di carattere monetario ed aventi, pertanto, come unità di quantificazione il tempo impiegato, e questo alfine di valorizzare i rapporti umani e solidali.

Tali prestazioni comunque non dovranno mai poter essere configurate e neppure assimilate a rapporti di lavoro autonomo e subordinato.

Art.3) Gli scambi avvengono a partire dal bisogno del singolo partecipante. Ciascuno è responsabile di se stesso, in quanto l’associazione non risponde in alcun modo dei rapporti che intercorrono tra i soci.

L’interessato ad una determinata prestazione può:

– contattare la segreteria della BdT esprimendo la sua necessità. Sarà la segreteria stessa a mettersi in contatto con gli offerenti per facilitare lo scambio
– contattare direttamente l’offerente e attivare lo scambio
– contattare direttamente l’offerente o avvalersi dell’aiuto della segreteria.

Chi offre la prestazione, al termine della stessa riceverà Scec in controvalore pari alla quantità di tempo prestata.  Non è prevista alcuna transizione in denaro e/o valori nello scambio di prestazioni fra i partecipanti. E’ ammessa la circolazione di denaro unicamente per l’eventuale rimborso, previamente concordato, delle spese realmente sostenute.

Un’ora di tempo impiegato è sempre un’ora, a prescindere dalla prestazione offerta.

Art.4) L’iscrizione:

– comporta l’accettazione dello statuto dell’associazione Zoè e il pagamento della quota di adesione definita dall’assemblea dei soci ordinari. per l’anno 2012 definita in 10,00 €

Come iscriversi alla Banca del Tempo di Zoè :

– sottoscrivere il modulo di iscrizione, presentare documento valido di riconoscimento  .

Gli orari per fare l’iscrizione sono dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle ore 16 in via ferrarese 251/4, presso la sede dell’associazione Zoè.L’iscrizione effettuata on line sul sito della regione Emila romagna, sarà accettata solo dopo il colloquio.

Per fissare il colloquio,prendere appuntamento telefonando allo 051704616, o inviando una mail a info@zoeassociazione.com 

L’iscrizione :

– è considerata perfezionata solo dopo l’esame e l’accettazione della richiesta di adesione da parte del comitato direttivo.

Art.5) La Banca del Tempo si avvale di alcuni strumenti che sono:

Elenco delle prestazioni offerte: serve ad individuare il tipo di prestazione di cui si ha bisogno e il riferimento della persona in grado di offrirla;
– Elenco delle prestazioni richieste: risulta utile per proporre servizi;
– Elenco dei partecipanti, con nomi cognomi ed indirizzi degli associati;
– Collegamento ad  Arcipelago Scec . Lo Scec è una non moneta che utilizziamo come controvale del tempo prestato e ricevuto. Ogni h di Tempo vale 6 Scec.

Art.6) L’unità di misura delle prestazioni è unicamente il tempo, calcolato in ore e mezze ore.Sono esclusi ulteriori frazionamenti. Rimane valida tra i partecipanti la contrattazione per un arrotondamento in eccesso o per difetto. L’eventuale tempo impiegato negli spostamenti effettuati per erogare la prestazione può essere computato previo accordo fra i partecipanti allo scambio.

Art.7) In caso di disaccordo tra i partecipanti allo scambio, l’assemblea dei soci è chiamata a pronunciarsi in merito al contenzioso; per evitare tali controversie, si consiglia agli associati che si accingono a scambiare di definire preventivamente quanto potranno essere le ore impegnate e gli eventuali costi (rimborsi spese) che potranno manifestarsi.

Art.9) Il fondo ore/scec  è una sorta di capitale sociale gestito dall’assemblea degli associati. Può essere utilizzato per:

– Coprire le ore di attività di gestione amministrativa ed organizzativa della BdT;
– Aiutare partecipanti che si trovino in forte debito ed impossibilitati ad effettuare scambi;
– Per destinazioni esterne.

Art.10) Le modifiche al regolamento vengono definite nell’ambito dell’assemblea dei soci dell’ Associazione Zoè.

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: SAPERFARE – passaparola!! « Università del saper fare - 15 giugno 2011

  2. Pingback: Tempo di Pastiera « Università del saper fare - 8 marzo 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

agosto: 2017
L M M G V S D
« Feb    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: